Migliaccio dolce napoletano


Sempre per il progetto "Mangiare Matera" ho pensato di preparare un dolce semplice e antico, della tradizione napoletana, tipico del periodo del carnevale ma buono in tutte le stagioni, il 
migliaccio dolce napoletano


Ingredienti:

  • 180 g di semolino di grano duro (Senatore Cappelli)
  • 750 g di latte con una bacca di vaniglia
  • un pizzico di sale

cuocere questi ingredienti fino all'ebollizione ed ancora per 3-4 minuti, mescolando di continuo con una frusta metallica.

Quando il composto è ancora tiepido, sempre mescolando, aggiungere:

  • 350 g zucchero
  • 60 g burro

quando sarà freddo, aggiungere:

  • 5 uova
  • 500 grammi di ricotta romana o di bufala campana Dop

e mescolare con la frusta elettrica per amalgamare tutto;

infine aggiungere:

  • 100 g di cedro e scorzetta d’agrumi a piccoli cubetti
  • una fialetta di acqua di millefiori
  • mezza arancia e mezzo limone non trattati, la scorza grattugiata
  • ½ tazzina di rhum per pasticceria

Versare il composto in una teglia da 26 cm di diametro, già foderata con carta forno.

Infornare per ¾ d’ora circa, in forno caldo a 170° C.

Cospargere la superficie con zucchero al velo.


Commenti

  1. Ciao, ti ho scoperta grazie alla tua collega blogger Patty!
    Da buona napoletana, come te, non posso non apprezzare il titolo del tuo blog, e questa ricetta che, nemmeno a farlo apposta, mi ha accolta al mio primo passaggio qui!
    Adoro il migliaccio e sono anche d'accordo sul fatto che è un dolce delizioso tutto l'anno, ma come l'hai servito tu, in maniera così raffinata e originale, non me lo sarei mai immaginato! Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ciao Maria...direi che è un dolce morbido.....me lo confermi? Così lo faccio pure per il ristorante.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo Stefania, morbido e profumato. Tipico del Carnevale

      Elimina

Posta un commento