Ravioli a pasta cotta, con Pecorino Sardo DOP maturo, pomodorini gialli e basilico



Per il  Contest del Pecorino Sardo Dop "C'è uno spicchio per te" del Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo, questa è la mia prima ricetta per la Categoria A.  Sono arrivata a questo  secondo step, avendo prima superato il primo step, il test.

Il piatto da me proposto "Ravioli a pasta cotta con Pecorino Sardo Dop, pomodorini gialli e basilico", viene da un'idea di unione di tipicità, un ponte ideale tra Sardegna e Campania, realizzato attraverso l'utilizzo di prodotti tipici dei due territori: essenzialmente il Pecorino Sardo Dop  Maturo, con la sua grande sapidità e carattere marcato ed il pomodorino giallo napoletano, con le sue note agrumate, riprese dalla buccia del lime o del limone acerbo, il tutto avvolto nel profumo del basilico fresco.
 


Dosi per preparare una ventina di ravioli
ingredienti

sfoglia:

  • 200 g circa di semola rimacinata di grano duro
  • 200 g d’acqua
  • 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • un pizzico di sale

ripieno:

 
condimento:
  • un barattolo di pomodorini gialli in salsa passata da 590 g 
  • uno spicchio d’aglio
  • foglie di basilico fresco
  • olio evo
  • sale secondo necessità
  • buccia di lime o limone acerbo grattugiata
  • Pecorino Sardo Dop  Maturo grattugiato


Preparazione:

Portare al bollore l’acqua leggermente salata, aggiungere l’olio evo, poi tutta la semola, togliere dal fuoco e mescolare, passare sul tagliere ed impastare fino ad avere un impasto omogeneo. Far riposare coperto per una mezz’ora.
Nel frattempo preparare il ripieno mescolando la caciottina, il PecorinoSardo Dop Maturo grattugiato e la buccia grattugiata del lime o in mancanza di un limone verde.
Stendere una prima sfoglia facendo attenzione a cospargere il tagliere di semola. Fare dei mucchietti di ripieno, coprire con un’altra sfoglia e coppare formando i ravioli, sigillando bene i bordi.
Appoggiare su un vassoio cosparso di semola, senza sovrapporre.
Portare l’acqua al bollore e lessare i ravioli in acqua salata fino a quando non saliranno in superficie.
Scolarli e farli saltare nel sughetto di pomodorini gialli preparato facendo appena riscaldare uno spicchio d’aglio in una padella con un fondo d’olio evo, eliminando l’aglio, aggiungendo i pomodorini gialli in passata ed un pizzico di sale e facendo cuocere pochi minuti a fiamma vivace.
Una volta aggiunti i ravioli al sughetto e mantecati con delicatezza,  fuori dalla fiamma aggiungere un po’ di buccia di lime grattugiata, il basilico fresco, spezzettato a mano ed una generosa spolverata di PecorinoSardo Dop Maturo.

Commenti