Spaghetti alla puttanesca

spaghetti + puttanescab + pasta gragnano

Gli spaghetti alla puttanesca più buoni della terra, li faceva nonna Maria. Lei ci metteva la noce spezzettata. 
E' un primo piatto veloce e tradizionale, a Napoli. E vale sempre lo stesso discorso, se gli ingredienti sono buoni, procedete pure e non ve ne pentirete, sennò meglio desistere. 



Ingredienti per due persone:

  • 180 g di spaghetti di buona qualità, ma anche linguine o vermicelli
  • una ventina di pomodorini rossi del Vesuvio asciutti (pummarulelle)
  • olio evo q.b.
  • uno spicchio d’aglio
  • n. 2 noci secche nostrane
  • n. 20 olive nere di Gaeta
  • n. 20 capperi sotto sale
  • prezzemolo, se piace

Preparazione:

mettere al fuoco la pentola per la pasta e appena bolle, calare la pasta. 

Nel frattempo, in una padella larga e capiente, far soffriggere uno spicchio d’aglio fino a che diventi biondo, in un bel fondo abbondante d’olio evo (bisogna essere proprio generosi con l’olio stavolta).
Tenere un po’ d’olio del fondo da parte, due, tre cucchiai.
Aggiungere i pomodorini lavati, tagliati in due, leggermente schiacciati con le mani (andranno via un po’ di semini e di acqua di vegetazione).
Salare appena e far cuocere pochi minuti, quindi, aggiungere i gherigli delle noci, le olive nere denocciolate, i capperi sciacquati e strizzati e continuare la cottura per pochi minuti. Se piace, aggiungere del prezzemolo tritato a fine cottura.

Scolare la pasta al dente, aggiungere l’olio tenuto da parte e scioglierla. Metterla velocemente nei piatti da portata ed aggiungere il sugo tenuto in caldo. Non aspettare troppo per consumarla, perchè gli spaghetti vanno mangiati caldi,  quando sono ancora “sciuliarielli”, non ammassati.


spaghetti + puttanescab + pasta gragnano


Commenti