Spaghetti all'amatriciana #unpiattoperamatrice



Il 24 agosto '16,  nella notte, un terremoto devastante ha colpito il centro Italia, la provincia di Rieti.
Il sindaco di Amatrice, nelle ore immediatamente seguenti il drammatico evento, pronunciava queste parole terribili: 
"Il paese non esiste più".
Appartengo ad un gruppo di appassionati del cibo che si chiama Slowthinking ed Amatrice, sotto questo aspetto, è un simbolo, è la città degli spaghetti.



Per questo motivo, abbiamo immaginato una forma di solidarietà che passasse attraverso il cibo, attraverso il famoso piatto di spaghetti alla amatriciana.

In questi primi momenti, in cui ancora si scava, ma si inizia a pensare al dopo terremoto, servono aiuti concreti: anche piccoli.

La nostra iniziativa di solidarietà consiste nella preparazione di un piatto di spaghetti – alla amatriciana o al pomodoro  per i vegetariani –  e nell'invitare i propri amici, almeno tre, a fare altrettanto.
Questo è il link all'evento creato su Facebook per chi voglia aderire.

Simbolicamente sarà il nostro piatto offerto ad Amatrice, per aiutarla, nel nostro piccolo, in questo momento di dolore e necessità.

Non sono necessarie grandi cifre, in tanti, anche con poco, si puo' fare la differenza.
Chi voglia aderire a questa iniziativa potrà semplicemente fare queste cose:
http://bit.ly/2bI9ON6


La ricetta per gli spaghetti alla amatriciana la trovate qui, oppure qui. Ho usato i pomodori pelati San Marzano Dop La Fiammante.

Per assicurare la maggiore trasparenza possibile nella gestione dell'iniziativa, abbiamo scelto di affiancarci al Consorzio Di Promozione e Tutela della Pasta di Gragnano IGP.

Questo è il nostro primo passo, non ne escludiamo di successivi. Ad esempio, trovare il modo di ritrovarci a cucinare per lo stesso obiettivo.

Chiunque abbia un blog e voglia raccontarne ai suoi lettori, è il benvenuto.
Per le pubblicazioni social, l'hashtag da usare è: #unpiattoperamatrice.

Il mio piccolissimo contributo

Commenti