Linguine coi "polpetielli" affogati


Primo venerdì di quaresima, un piatto di mare, tradizionale.
Di solito sono spaghetti o vermicelli ed invece, ho scelto le linguine. 
Di solito sono "polpetielli veraci", ma in pescheria stavolta, ho trovato i "sinischielli", i polpetti con una fila di ventose per tentacolo (moscardini). 
I pomodorini, sono sempre quelli del "Piennolo, in conserva".
Un piatto completo, veloce ma gustoso, che fa da primo e da secondo.
Ricetta
a chi gli serve (cit.)

Ingredienti per 2 persone

  • 180 g di linguine o vermicelli di Gragnano 
  • n. 3 di polpetti da circa 100 g l'uno 
  • 300 g. di Pomodorini del piennolo del Vesuvio in conserva La Fiammante
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • n. 1 spicchio d'aglio
  • qualche foglia di prezzemolo fresco, se piace
  • peperoncino rosso piccante q.b.




Preparazione

Pulire e lavare accuratamente i "polpetielli", i polpetti veraci
In un bella padella con i bordi alti, far soffriggere nell'olio extravergine di oliva, lo spicchio d'aglio, un pezzetto di peperoncino piccante, quindi levarli, aggiungere i polpetti e far cuocere pochi minuti a fiamma bassa, fino a che cambino colore. 
Aggiungere i pomodorini e su fiamma bassa, lasciar cuocere una mezz'oretta, fino a ricavare un guazzetto, un bel sughetto. Aggiustare di sale.
Cuocere le linguine al dente e insaporirle nella padella coi polpetti.
Servire subito e consumare calde.


Commenti

  1. ma sai che io li preferisco proprio con le linguine?
    e mi piacciono proprio col sugo bello tirato! me ne hai messo voglia, li chiedo a mamma per stasera 0:-)

    RispondiElimina

Posta un commento