Gattò o gateau di patate

Ph E. Lucarini

Una delle più popolari ricette della cucina tradizionale partenopea è il gattò di patate  o gateau di patate, per trasposizione dalla lingua francese. Si narra lo avessero preparato per primi a Napoli, i monzù (da monsieur, signori), cuochi spesso,ma non unicamente, d’origine francese, che lavoravano nel '700 a capo delle cucine della nobiltà napoletana. E’ una “torta” o meglio uno sformato rustico, arricchito da salumi e formaggi, con una golosa crosticina croccante.

Ingredienti per 4 persone:
  •  1 Kg patate vecchie (di Avezzano)
  •  2 uova grandi
  • 250 g di formaggi a cubetti (provola,scamorza)
  • 100 g di salame napoletano
  • 80 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 40 g di formaggio romano grattugiato
  • 90 g di burro circa (60 g + 30 g)
  • 50 g circa di latte
  • sale fino q.b.
  • pepe nero q.b.
  • pane grattugiato  q.b.
Procedimento:
lessare le patate con la buccia, fino a che infilzandole con la forchetta,queste scivolino via; sbucciarle ancora calde e schiacciarle con lo schiacciapatate; quando saranno ancora tiepide, aggiungere  60 g di burro, i formaggi grattugiati, le uova, il sale, il pepe macinato al momento ed il latte, aggiunto poco per volta e lavorare fino ad avere un impasto dalla consistenza morbida ed omogenea; aggiungere il salame a cubetti piccoli ed il formaggio a cubetti. Ungere uno stampo  del diametro di 23 cm, (a me piace di spessore alto) o anche delle tegliette mono porzione, con il burro restante e cospargerlo con il pane grattugiato, riempirlo con il composto e pareggiarlo  (si può anche intervallare un primo strato di composto con le patate, con uno di fette di fior di latte o mozzarella asciutti e chiudere con  l’ultimo di impasto di patate), cospargerne la superficie con del pan grattato, aggiungere qualche fiocchetto di burro ed infornare una trentina di minuti circa a 180° C, fino a che la superficie del gattò sia bella dorata. Farlo riposare fuori dal forno, affinché si assesti, per una ventina di minuti prima di servirlo.



Commenti

  1. ne avevo sentito parlare di questo famoso gattò ma nn l'ho mai mangiato! io lo faccio un po' diverso, ci metto il prosciutto cotto e il formaggio...buonissimo!!
    baci
    http://i5mondi.com/blog/

    RispondiElimina

Posta un commento