Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Cheese cake salata di caprese

E' già capitato che io citassi canzoni napoletane , ma quando con le " Compagni di Blogger " abbiamo deciso di intitolare la staffetta estiva che ha come elemento predominante la rossa solanacea , " Pomodoro 'ncoppa ", immediato è scattato il richiamo al milanese Giorgio Gaber che in coppia con Aurelio Fierro, nell'estate del 1966, partecipava al 14° Festival della canzone napoletana, con il brano " ' A Pizza"  classificandosi pure al secondo posto. La canzone narra di una ostinata signorina che a fronte di brillanti o altri più costosi cibi, voleva sempre e solo la pizza cu ' a pummarola 'ncoppa ". Il ritornello fa: " ma tu vuliv’ 'a pizza 'a pizza ' a pizza ca pummarola n’coppa 'a pizza e niente cchiù " E quindi, per la staffetta " Pomodoro 'ncoppa " ho pensato a questa cheesecake salata di caprese con 'a pummarola 'ncoppa , con i colori ed in parte anche i sapor

Cheesecake alla ricotta con prugne goccia d’oro

Avendo a disposizione, in questo periodo dell'anno, una discreta quantità di prugne della varietà detta " goccia d'oro ", con mia sorella Elisabetta abbiamo pensato di farne una fresca cheesecake, ispirandoci a quella bellissima della Cuoca dentro.  Le squisite prugne "goccia d'oro" sono queste:   La ricetta: ingredienti 300 g di biscotti secchi al cacao 90 g di burro fuso 500 g di ricotta 100 g di cioccolato bianco 100 g di zucchero a velo 300 g di panna fresca 50 ml di latte 8 g di gelatina in fogli gocce di essenza di vaniglia   una decina di prugne var. detta " goccia d'oro" Per la base : tritare finemente i biscotti nel mixer e mescolarli con il burro fuso. Poggiare un anello in acciaio da 22 cm di diametro, su un piatto di portata rivestito con carta forno; foderare l’anello con delle strisce d’acetato. Sistemare il composto di biscotto con l'aiuto di un cucchiaio, compattandolo sul fondo in uno

Torcetti al burro

Mi piacciono tanto i torcetti al burro, croccanti, sfogliati e caramellati come sono. Nei miei ricordi d'infanzia sono legati all'odore della resina dei pini marittimi, perché spesso li portavamo per farci la merenda delle cinque del pomeriggio, nella pineta di Paestum, durante la villeggiatura al mare. Le vacanze allora, più di quaranta anni fa, duravano l'intero mese d'agosto. Questi gli ingredienti: - 500 g farina 00 - 150 g acqua - ½ cucchiaino raso di sale fino - 150 g burro - 5 g lievito di birra fresco - ½ cucchiaino di malto d'orzo - zucchero semolato La ricetta: