Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

Ballon di babà alla crema di nocciola

Ingredienti
per circa otto pezzi:

Impasto:

175 g di farina W 400 (di forza)
3 uova
50 g di burro
25 g di pasta di nocciole Noccioro chiara
13 g di cacao amaro
15 g di zucchero
9 g lievito di birra fresco
un pizzico di sale

Procedimento:


lavorare con la foglia della planetaria, il burro, lo zucchero ed il lievito di birra, fino a che diventino una crema. Unire la pasta di nocciole Noccioro chiara col cacao.
Aggiungere, una per volta, le uova, alternando con la farina ed alla fine il sale.  Quindi, sostituire la foglia della planetaria con il gancio e far impastare fino a quando l'impasto formerà il "velo", diventando lucido. Far lievitare l’impasto fino a che triplichi, poi sgonfiare e con le mani ben imburrate, formare come delle sfere, mozzando l'impasto sottoe mettendole mano a mano, negli stampini dalla forma scelta, già ben imburrati. Far lievitare un’oretta in luogo riparato ed infornare per circa 20 minuti in modalità ventilata, alla temp. di 160° C. circa. Sformare, far in…

LSDM 2016 IX edizione: il congresso

Da vincitrice del Contest "Pasta Veggie style" con la mia Delizia potenteal profumo di foglie di limone e mozzarella, mi è stata regalata da Barbara Guerra ed Albert Sapere, l'opportunità di assistere ad alcuni laboratori durante i lavori congressuali della IX edizione del LSDM a Paestum. Che dilemma la scelta, un programma ricchissimo! Il tema, Contaminazioni, qui nell'illustrazione di Gianluca Biscalchin


Ma insomma, una volta formato il mio "dream team", sono partita alla volta di Paestum, insieme ad un ben assortito gruppetto di amiche blogger, Rosaria, Rosa e Antonella, Valentina, Teresa, ci avrebbe raggiunta Antonia. Alcune tra loro neofite, altre no. Ci saremo divertite moltissimo. Della notte al Museo archeologico di Paestum, per l'apertura del Congresso, vi ho già parlato nel precedente post.

LSDM 2016 IX edizione: una notte al museo archeologico di Paestum

Dal profilo fbk di Albert Sapere: "Devo ringraziare pubblicamente Gabriel Zuchtriegel (ndr di anni 34) Direttore del Parco Archeologico di Paestum, che aprirà le porte del Museo Nazionale per accogliere gli ospiti di #lsdm. Ci voleva un tedesco, persona garbata e lungimirante, per farmi sentire orgoglioso di essere italiano e capaccese". E ha detto tutto, per citare un altro nostro grande. Questo il benvenuto del Direttore G. Zuchtriegel (mi scuso per la qualità del mio video):


Siamo alla Nona edizione de LSDM, fino ad ora la più bella, secondo me: ricca, intensa, veloce, partecipata.

Due persone veramente meritevoli e capaci, Barbara Guerra ed Albert Sapere, il loro team, Bruna Sapere in primis, un ingranaggio d'alta precisione: da quella notte al Museo archeologico faranno sembrare naturale tutto lo scorrere dell'evento. Il tema di quest'anno: "Contaminazioni", lo sguardo spazia, si solleva dal provincialismo e dalle appartenenze. Due giorni, il …

Candele, zucchine col loro fiore e cozze

E' un piatto estemporaneo, derivato al fatto che secondo me, le zucchine di buona qualità e piccole di dimensione, richiamano nel sapore, il mare. Ne avevo di freschissime e bio in casa e sapendo che vanno consumate nel più breve tempo possibile dalla raccolta, inseme ad una manciata di cozze ed alle candele del Pastificio dei Campi, spezzate da me medesima, ho preparato questo primo piatto.


Inoltre, siamo anche alla vigilia del Referendum del 17 aprile p.v. sulla trivellazione del mare di cui ho parlato qui Il mare lo cucino, non lo trivello #NotrivSEAfood.
Siamo chiamati a votare al referendum per vietare il rinnovo delle concessioni a trivellare entro le 12 miglia dalla nostra costa. Il mare riguarda tutti noi, riguarda chi amiamo e chi ama la cucina ed i prodotti gastronomici italiani. Non potevo rimanere indifferente di fronte alla potenziale distruzione delle nostre risorse ed è per questo che noi, Elisa, Rosa, Teresa, Rosaria, Valentina, Stefania ed io abbiamo deciso att…

Pasta e patate al basilico e ventresca

Pasta e patate, quante varianti! Ad esempio, ho già pubblicato pasta, patate e provola e sono tutte variazioni sul tema della minestra tanto comune nella cucina napoletana, che di volta in volta, si adattano al periodo, alla stagionalità, al clima, agli ingredienti disponibili al momento. Come al solito, rimanendo sempre affascinata dai piatti preparati dallo Chef Peppe Guida, ispirandomi alle sue foto che si trovano in rete, ho preparatoquesta pasta e patate con olio al basilico e ventresca, che fa da passaggio tra la stagione invernale e quella estiva. E' anche abbastanza veloce da preparare, ci si impiega una mezz'oretta.

Un'altra interpretazione della pasta e patate dello Chef Peppe Guida è questa qui di Scatti golosi.

Per due persone, occorrono:

n. 3 patate medie, quelle "vecchie" non le novelle
140 g di pasta mista, il mischiato delicato del pastificio dei Campi di Gragnano IGT
30 g di ventresca di maiale paesana (col pepe) a cubetti
due cucchiai di pecorino roman…