Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2013

Muffin al Parmigiano Reggiano con frutta secca

Partecipo alla seconda cena web a base di Parmigiano Reggiano, il cui   tema, lo smartcooking  condivido appieno,  perchè per me questi principi sono educazione di base. E questi sono i miei muffin, semplici e con ingredienti genuini. Muffin al parmigiano con frutta secca Per una dozzina di muffin occorrono: 280 g di farina 85 g Parmigiano Reggiano grattugiato (tenerne un po' da parte per spolverizzare) 1 cucchiaino di lievito in polvere 1/2 cucchiaino di sale un po' di pepe 30 g pinoli 30 g gherigli di noci 2 uova 200 ml di latte 6 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva Preparazione Unire gli ingredienti secchi in una ciotola; in un'altra miscelare quelli liquidi, quindi unire tutto mescolando brevemente; aggiungere a metà dell'impasto le noci a pezzetti e all'altra metà, i pinoli. Riempire col composto, uno stampo antiaderente per muffin. Spolverizzare con un po' di Parmigiano Reggiano grattugiato, guarnire

Biscotti Pistokakor ovvero Pepparkakor napoletani

La ricetta è ispirata a quella del blog del cavoletto per i famosi biscottini speziati svedesi. I miei ne costituiscono versione napoletana, poiché negli ingredienti, si trova il pisto , la miscela di spezie a base di cannella, chiodi di garofano, coriandolo, anice stellato e noce moscata, usata nella pasticceria tradizionale napoletana per la preparazione di dolci natalizi come i roccocò. Ingredienti: acqua 90 g   miele 70 g                                          zucchero di canna 60 g zucchero semolato 25 g burro 80 g farina   300 g   un pizzico di sale un cucchiaino di pisto (misto di spezie per roccocò) un   cucchiaino di lievito per dolci In un pentolino scaldare l’acqua insieme al miele ed agli zuccheri mescolando fino all'ebollizione. Spegnere ed aggiungere il burro. In una ciotola versare la farina, il sale ed il lievito, mescolare aggiungendo a filo il composto al miele ancora tiepido; aggiungere il pisto, mescolare finché l’impasto sia omogeneo,

Pizza di scarole arrotolata, con semola di grano duro "Senatore Cappelli"

Con la semola rimacinata di grano duro “ Senatore   Cappelli " di " Mangiare Matera " , mi sono proprio data alla pazza gioia: la sua grande qualità rende possibile la riuscita di ogni ricetta, per cui oltre alle precedenti preparazioni,  eclairs ,  croissant  e  brioche e prima ancora del migliaccio dolce e degli gnocchi alla sorrentina , è il turno della mia reinterpretazione della tradizionale pizza di scarol e napoletana, la Pizza di scarole arrotolata, con semola di grano duro "Senatore Cappelli". Ingredienti per l'impasto: 400 g di semola rimacinata di grano duro 100 g di farina 8 g di lievito di birra fresco 300 ml di acqua tiepida 1 cucchiaino raso di zucchero 2 cucchiaini di sale 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva per il ripieno di scarola: 1 Kg circa di scarole ( scarolelle ) lisce mondate e lavate n. 1   spicchio d’aglio peperoncino piccante olio di oliva e.v.o. olive nere di Gaeta denocciolat

Brioche di semola di grano duro "Senatore Cappelli" variegate al cioccolato

Queste soffici brioche sono preparate con sola semola rimacinata di grano duro “ Senatore   Cappelli " di " Mangiare Matera " . Questa ricetta, come quella precedente degli eclairs e dei croissant , è sempre a latere del concorso Mangiare Matera , curato dal blog Scatti Golosi . Con questa ricetta si preparano sei o sette brioche. La farcitura al cioccolato 65 g di acqua 25 g di zucchero 1 pizzico di sale 8 g di amido di mais 10 g di cacao 15 g di cioccolato fondente 5 g di burro Fare addensare su fiamma dolce, la miscela di acqua, zucchero, amido e cacao. Fuori dal fuoco mantecare con il burro poi, con il cioccolato fondente; far raffreddare e stendere tra due fogli di pellicola per alimenti, a formare un rettangolo; tenere in frigorifero, sigillato con la pellicola per alimenti. L’impasto 250 g di f arina di semola rimacinata di grano duro 70 g di latte 7 g   lievito di birra fresco 50 g d’acqua 35 g di zucchero 1 cucch

Croissant di semola di grano duro "Senatore Cappelli"

  Questi sono i croissant che ho preparato con sola semola rimacinata di grano duro “ Senatore   Cappelli " di " Mangiare Matera " , semola rimacinata dalla qualità egregia, superiore. Sono ispirati alla ricetta con farina di grano tenero di Conticini e risultano croccanti, friabili e sfogliati. Questa ricetta, come quella precedente degli eclairs , è a latere del concorso Mangiare Matera . Ingredienti per il poolish 60 g di semola rimacinata di grano duro senatore Cappelli 20 g   di lievito di birra fresco 130 g di latte parzialmente scremato   per l’impasto 340 g di semola rimacinata di grano duro senatore Cappelli 15 g di lievito di birra fresco 8 g di sale 55 g di zucchero 1 cucchiaino di miele 85 g d'acqua 85 g di burro   per la sfogliatura 250g di burro Procedimento Il giorno prima, preparare il poolish: in una ciotolina mescolare il latte, il lievito sbriciolato ed aggiungere 60 g di semola, mescolando

Eclair di semola di grano duro con chantilly salata

Nell'ambito del progetto " Mangiare Matera ", cui sono stata invitata a partecipare, è stato indetto il concorso per la promozione, valorizzazione e diffusione delle eccellenze lucane , prodotti quali il pane, la semola e la pasta di semola di grano duro della varietà " senatore Cappelli ". Il blog Scatti Golosi ,  sta curando questo nuovo concorso Mangiare Matera . Questa è la mia prima ricetta fuori concorso, l'eclair con chantilly salata , di pasta choux o bignè, un lampo di genio perchè preparata con sola semola rimacinata di grano duro " senatore Cappelli " , dalla qualità incomparabile, superiore, ambrata, la migliore secondo me.     Per la pasta choux di semola di grano duro 250 grammi d’acqua un pizzico di sale un pizzico di zucchero 100 grammi di burro 140 grammi di semola rimacinata di grano duro senatore Cappelli 4 uova  Procedimento  mettere al fuoco un recipiente con l’acqua, il burro a pez