Passa ai contenuti principali

Muffin al Parmigiano Reggiano con frutta secca

Partecipo alla seconda cena web a base di Parmigiano Reggiano il cui  tema, lo smartcooking  condivido appieno,  poichè per me questi principi, sono educazione di base. 

E questi sono i miei muffin, semplici e con ingredienti genuini.


Muffin al parmigiano con frutta secca

Per una dozzina di muffin occorrono:
  • 280 g di farina 00
  • 85 g Parmigiano Reggiano grattugiato (tenerne un po' da parte per spolverizzare la supeficie)
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • un po' di pepe
  • 30 g pinoli
  • 30 g gherigli di noci
  • 2 uova
  • 200 ml di latte
  • 6 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
Preparazione

Unire gli ingredienti secchi in una ciotola; in un'altra miscelare quelli liquidi, quindi unire tutto mescolando brevemente; aggiungere a metà dell'impasto le noci a pezzetti e all'altra metà, i pinoli. Riempire col composto, uno stampo antiaderente per muffin. Spolverizzare con un po' di Parmigiano Reggiano grattugiato, guarnire con qualche pezzetto di frutta secca ed infornare a 170°C in forno ventilato, per una ventina di minuti. 




Commenti

  1. Che buoni questi muffin! Li provo sicuramente. Ma sai che questo blogghino è davvero interessante? Non ho capito il perché del nome, però...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pizza piena (chiena) di Pasqua

La ricetta della  pizza chiena  ( ripiena )  di Pasqua , una torta rustica, antica e molto saporita, mi viene tramandata da  nonna Maria , arriva quindi, da Napoli.  Non è molto conosciuta come i suoi parenti stretti e famosi, il casatiello e il tortano, ma da noi in famiglia, viene molto apprezzata. E' molto semplice da preparare.    Ingredienti: 1 kg di impasto per il pane ( tipo quello per il "palatone" preparato con il criscito ) oppure, prepararlo impastando: 660 g di farina 00 di buona qualità, 12 g lievito di birra, 400 g di acqua circa, 4 g sale.  Impastare come d'abitudine e far lievitare fino al raddoppio. 150 g ca. di sugna buona ( quella con l’aroma di alloro )  8 uova fresche 80 g ca di pecorino romano grattugiato 50 g ca di parmigiano stagionato grattugiato pepe nero macinato al momento  Ripieno dal peso totale di 700 g circa composto da  cubetti  di:  salame napoletano provolone semi-piccante c

Pasta, patate e provola

E' un piatto tipico del napoletano,  un primo piatto di pasta,  una minestra quotidiana con patate e provola. La versione che ho preparato resta classica, ma è un po' più leggera  della versione tradizionale che secondo me, essendo più ricca in grassi, è più adatta ai climi invernali. Ingredienti per  2 persone N. 3 patate medie tagliate a dadini 120 g di pasta mista o mezzi canneroni lisci  cipolla q.b. un pezzo di gambo di sedano  un pezzetto di carota qualche fogliolina di basilico fresco n. 2  pomodorini rossi del piennolo  100 g circa di provola tagliata a dadini, tenuta qualche giorno in frigo  una crosta di parmigiano ( se disponibile) formaggi grattugiati  stagionati (parmigiano, pecorino, caciocavallo), se piacciono. pepe nero q.b. Procedimento: in un tegame ho versato un bel fondo d'olio extra vergine d'oliva e messo sia la cipolla che il sedano affettati sottilmente, insieme ad un trito fine di carota ed ai pomodorini schiacc

Spaghetti e zucchine alla Vico Equense alla maniera di Peppe Guida

Spaghetti e zucchine alla Vico Equense dello Chef Peppe Guida Da una diretta del venerdì pomeriggio dello Chef , fine maggio, periodo di zucchine. Ho cercato solo di approssimarmi al suo piatto. Sono molto gustosi e veloci da preparare. Ingredienti per due persone: 140 grammi di spaghetti   tre zucchine medie cinque o sei pomodorini in conserva una fetta di fior di latte di qualche giorno formaggi grattugiati misti q.b. basilico fresco q.b. Procedimento: Friggere le zucchine a rondelle in olio d'oliva extra vergine, quindi, nella stessa capace padella, aggiungere qualche pomodorino rosso in conserva, gli spaghetti molto al dente e terminare la cottura, aggiungendo poca acqua di cottura della pasta per volta, infine, a fuoco spento, unire il fior di latte spezzettato ed i formaggi grattugiati (ne andava messo di più), mantecando con un filo d’olio e aggiungendo foglie di basilico fresche.