Passa ai contenuti principali

Post

Pastina al pomodoro

Post recenti

Pasta e patate semplice

Come fare la pasta e patate semplice? Non credevo fosse utile scriverne, poi è arrivato il periodo della quarantena, il nutrirsi è un bisogno primario, collettivo, un piacere ancora consentito, che parla direttamente al cuore ed allo stomaco delle persone. Io amo leggere di cibo, provo ma scriverne tra queste righe. E da quando lo Chef Peppe Guida dell’Osteria Nonna Rosa di Vico Equense, nelle sue dirette Facebook e Instagram, sta generosamente mostrando come preparare piatti gustosissimi con pochi ingredienti, spesso già presenti nelle nostre case, passando questo tempo claustrofobico e cupo, con gusto, donandoci un sorriso, ho subito cercato di mettere in pratica i suoi insegnamenti. E dunque, come prima ricetta, ho preparato il fondo di sedano, carote e cipolle, un fondo cremoso ed utile come base di moltissimi piatti. Partendo da questa base, ho preparato la pasta e patate che lo Chef Peppe Guida, insieme ad altri piatti, spiega in dettaglio in quest’altro video.
Questa che ho pr…

Crostata crema e amarena

Ogni tanto non voglio esimermi dal preparare un dolce e quindi, pensa che ci ripensa finisce che lo preparo sempre alla mia maniera, gusti tradizionali, tanto più che incontrano quelli della sorellina festeggiata.  Per questa crostata crema e amarena, ho utilizzato sia le mie amarene sciroppate che quelle in confettura preparate pazientemente in giugno. La pasta frolla alla mandorla l'ho preparata secondo la ricetta di Gianluca Fusto, mentre la crema è quella  del Maestro Sabatino Sirica: in effetti, sono andata sul sicuro.


PASTA FROLLA CON MANDORLE di Gianluca Fusto 
Ingredienti: 250 g  di burro
190 g  di zucchero a velo (o sottile tipo Zefiro)
70 g  di farina di mandorle
5g  di sale
110 g di uova
130 g di farina per frolla (debole)
370 g di farina per frolla (debole)

Procedimento: preparare tutti gli ingredienti pesati separatamente.
Portare il burro a t.a. (l'ideale sarebbero 25°C) ed in una planetaria munita di foglia, aggiungervi lo zucchero, le uova; ed unire la farina di…

Il migliaccio dolce di Carnevale in crosta

L'idea per questo migliaccio in crosta viene dal blog dell'amica Maison Milady. Siamo nel periodo giusto per prepararlo, il Carnevale.

In questo mio blog troverete almeno altre due versioni del migliaccio. E' un dolce semplice da fare, un po' rustico, di semolino e ricotta, tradizionale, da non perdere perchè aromatico e che ricorda il sapore del ripieno delle sfogliatelle napoletane.

Passiamo a preparare il migliaccio in crosta
Innanzitutto, preparare la sfoglia o crosta del migliaccio. Io ho usato la ricetta della sfoglia delle mitiche sfogliatelle frolle del papà di Antonia, dal blogAppunti di cucina di Rimmel, una garanzia,solo sostituendo lo strutto col burro.

Occorrono: 500 g di farina 00 200 g di burro (strutto) 200 g di zucchero un pizzico di ammoniaca per dolci 30 g di miele 100 g acqua un pizzico di sale
impastate brevemente tutti gli ingredienti, anche in planetaria e far riposare in frigo almeno per un paio d'ore.
Passare a preparare  il ripieno,  facendo …

Risotto al mandarino

Stagione di mandarini, tanti, profumatissimi, succosi, diversi da una pianta all’altra del nostro giardino.
E allora perché non provare un risotto, senza carne, pesce, crostacei, formaggi, solo con le note aromatiche e fresche del mandarino, pochissimo burro buono, la sapidità dei cucunci siciliani, la cremosità dall’amido del riso Carnaroli delta del Po? Con un pizzico del vecchio e caro pepe nero “scostumato”, ecco il mio
risotto al mandarino
Per l’acqua al mandarino mi sono ispirata a questa ricetta di Peppe Guida Per il burro al mandarino, a questa ricetta da Rosaria Orrù.
Forza! Andate a raccogliere i mandarini e prepariamo:

Burro al mandarino: far ridurre 100 ml di succo di mandarino fresco a fuoco basso, di circa la metà, unire 80 g di burro, a caldo ma fuori dal fuoco, mescolare, togliere l’eventuale affioramento e conservare in frigo.
Acqua di mandarino: immergere 40 grammi di bucce di mandarini freschissimi in un litro d’acqua, unire 4 grammi di sale e portare  all’ebollizione…

Friarielli o broccoli friarielli di Napoli: orzotto o risotto?

Come si può leggere qui a proposito dei friarielli, questi sono una varietà di broccoli o cime di rapa, coltivati in Campania, detti appunto "friarielli" perché per consumarli si usa friggerli in padella, insieme ad aglio, olio e peperoncino piccante, facendone srigionare un caratteristico sapore amarognolo insieme all'inconfondibile profumo.  I friarielli si consumano tradizionalmente, come contorno di carni di maiale o salsicce meglio se "a punta di coltello" oppure ad accompagnare provola o mozzarella.
In questo caso, invece, con i friarielli ho preparato un primo piatto, anzi due, sia con la pasta nel formato detto orzotto che col riso Carnaroli del delta del Po, per un risotto


Prima di tutto bisogna pulire i friarielli, scegliendo solo le parti più tenere della pianta, le cime, le foglioline (spesso li acquisto già puliti) e lavare poi tutto, accuratamente. Quando la verdura è perfettamente pulita ed ancora grondante d'acqua, la si fa soffriggere in agl…

Dolcetto al pistacchio ed amarena

Dolcetto al pistacchio ed amarena
L'idea mi è partita dalla caprese, il tipico dolce di Capri, appunto, infatti tra gli ingredienti non c'è la farina. Poi, vsto che in famiglia amiamo l'amarena, assieme al pistacchio ed alle mandorle, ho preparato questi dolcetti, adoperando gli stampini belli che mi regalò Dony, tenuti da parte da tempo, per un'occasione speciale.
Ingredienti per n. 6 dolcetti: 3 uova120 g di zucchero110 di burro (anche delattosato)120 g di farina di mandorla (oppure mandorle tritate finemente)80 g di farina di pistacchion. 6 cucchiaini di confettura di amarena1 cucchiaino di lievito per dolci1 cucchiaino di estratto di vanigliaun pizzico di sale finogranella di pistacchi q.b. una ventina di amarene sciroppate n. 6 stampi tipo muffinProcedimento:
far montare lo zucchero con le uova in planetaria, usando la frusta a gomitolo a velocità sostenuta; una volta che il composto diventa spumoso, dopo qualche minuto, abbassare la velocità della planetaria ed uni…