Le Strade della Mozzarella 2014, III giorno, l'ultimo

Le Strade della Mozzarella sono passate anche quest'anno e prepotentemente da San Giorgio a Cremano. Anzi posso affermare che è qui che per i più sono finite.

Il terzo ed ultimo giorno:
il Congresso lo aprono Salvatore Salvo e Franco Pepe.
A seguire, per l'Atelier "Pizza e lievitati" si è assaggiata la pizza di Salvatore Salvo, pizzeria Francesco e Salvatore Salvo di San Giorgio a Cremano: mozzarella di bufala e tartufo; cipollotto e alici.




 

Ha aperto la giornata Eduardo Estatico, del JK Palace di Capri, che ha parlato della prima colazione nell'ospitalità italiana, a base di prodotti provenienti dal territorio e che ha preparato un delizioso "uovo in purgatorio


Poi l'accoppiata Gino Sorbillo e Gabriele Bonci



Per la cucina d'autore internazionale e la mozzarella di bufala campana, tra gli altri Chef,  lo spagnolo pluristellato Quique Dacosta


Nell'Atelier "Pasta mozzarella e pummarola", Alfonso Caputo Chef della Taverna del Capitano a Marina del Cantone, Massalubrense, ha proposto una pasta e pomodori da viaggio, ispirandosi ai pasti dei pescatori, con spaghetti cotti in bottiglia, in una sorta di sottovuoto.


Poi, Giuseppe Iannotti, l'ingegnere, Chef del Kresios a Telese, Benevento, che ha preparato le orecchiette risottate con gamberi a crudo, brunoise di pomodori e mozzzarella, su salsa “friariello” ma che di friariello, inteso come broccolo, non ha nulla, perchè si tratta di bietole scottate e raffreddate su ghiaccio, poi frullate ed a cui è stata aggiunta polvere di wasabi, geniale!



Chiudono il Congresso, Alessandro Negrini, il luogo di Aimo e Nadia, Milano che prepara un complesso raviolo di seppia e mozzarella affumicata, in cuim trovano posto il nero di seppia, il lampascione, limone, zenzero.
A finire Gennaro Esposito, Torre del Saracino, Vico Equense, con dolce, la sfoglia di bufala, con una pasta sfogliata, appunto, con mozzarella di bufala e gelato di latte di bufala.




Commenti