Brioche a cono farcite con crema di ricotta di bufala


Per queste briochine farcite con ricotta di bufala e panna montata, zucchero a velo come se nevicasse, tanto per non uscire fuori tema stamattina.
Mi sono divertita a formarle sui coni di latta che avevo in casa da un po' e anche sulle canne per i cannoli.

Ecco la ricetta
(a chi gli serve cit.):

Per l'impasto

550 g di farina forte W 330
250 g di latte intero 
2 uova
75 g di zucchero semolato
50 g di burro
18 g di lievito di birra fresco
un pizzico di sale
aromi (vaniglia o rhum)

Per la farcitura

300 g di ricotta di bufala
200 g di panna fresca montata
50 g di zucchero a velo
rhum q.b.



Procedimento

Preparare un lievitino sciogliendo il lievito di birra in 50 g di latte appena tiepido e 50 g di farina, presi dal totale e lasciare che agisca 30 minuti circa.
Intiepidire il latte, sciogliendoci lo zucchero semolato ed il burro e lasciare che la temperatura ritorni a quella ambiente.
Nella ciotola della planetaria mettere quasi tutta la farina, le uova, aggiungere il lievitino e piano piano, il composto col latte.
Far incordare con la frusta a K o foglia e aggiungere la restante farina se l'impasto dovesse risultare ancora morbido.
Cambiare la frusta col gancio e far incordare a velocità media.
Far raddoppiare l'impasto, coperto, in un luogo tiepido e riparato, impiegherà circa un'ora e trenta.
Riprendere l'impasto, sgonfiarlo e stenderlo col mattarello.
Formare delle strisce da arrotolare alle forme di latta.
Poggiarle sulle teglie del forno foderate con carta antiaderente. Lasciarle lievitare ancora per una quarantina di minuti, quindi, spennellare col latte ed infornare a 180° C per 10/15 minuti.
Una volta sfornate, pennellarle col burro fuso, eventualmente cospargerle con zucchero semolato o granella di zucchero.
Farcire aiutandosi con la sac a poche, con la crema di ricotta ottenuta amalgamando la ricotta con lo zucchero a velo
e aggiungendo delicatamente la panna montata con una spatola a mano ed un goccio di rhum, se di gradimento.
Cospargere con zucchero a velo.


Commenti

Posta un commento