Passa ai contenuti principali

Il Pomodoro nel bicchiere

Per il Contest PomOROsso d’Autore, promosso da Scatti Golosi, in collaborazione con MySocialRecipe e La Fiammante, la mia proposta è un bicchiere semifreddo al pomodoro, rosso e giallo, caratterizzato dal contrasto tra elementi salati con quelli dolci.


Per n. 4 bicchieri occorre preparare:
 
Salsa di pomodoro rosso al basilico

Ingredienti:
125 g di pelati di pomodori rossi
olio evo q.b.
sale fino
olio evo al basilico (*)

Preparazione:
frullare i pomodori con un mixer ad immersione, passandoli contemporaneamente in un setaccio.
In un pentolino versare la passata ottenuta, un filo d'olio evo e un pizzico di sale, cuocere a fuoco basso per una decina di minuti.
Aggiungere a freddo, un filo d'olio evo al basilico (*).

Craquelin saleè ai taralli mandorle sugna e pepe

Ingredienti:
20 g di burro
10 g di zucchero di canna
30 g farina 00
5 g polvere di taralli con le mandorle (sugna e pepe)
1 pizzico di sale fino
1 pizzico di pepe nero

Preparazione:
impastare tutti gli ingredienti, stendere in sfoglia sottile tra due fogli di carta forno e riporre in freezer. Ritagliare con coppa pasta, nelle misure desiderate, le cialdine ancora congelate ed infornarle alla temp. di 180° C (mod. ventilato), per circa cinque di minuti, fino a leggera doratura.

Cremoso di Mozzarella di bufala DOP

Ingredienti:
75 g di Mozzarella di bufala Dop
75 g di panna fresca non zuccherata
1 g di gelatina
un pizzico di sale
olio evo al basilico (*)

Preparazione:
frullare la mozzarella di bufala DOP, ben scolata dal liquido di governo, con un filo d'olio evo al basilico, ottenendo una crema.
Ammorbidire la gelatina in acqua fredda; scaldare una piccola porzione di panna, aggiungervi la gelatina strizzata, scioglierla ed unirla alla restante panna fino a che sia completamente incorporata, aggiungere un pizzico di sale; una volta raffreddato il composto, unirlo alla crema di mozzarella e versarla in piccoli stampi a semisfera di silicone, diam. 30 mm, quindi, passare in freezer.

Crema panna e mascarpone 

Ingredienti:
100 g di panna fresca non zuccherata
100 g di mascarpone


Preparazione: montare la panna ben fredda, aggiungere il mascarpone ed unire delicatamente. Tenere in frigorifero.

Crema al pomodorino giallo e basilico

Ingredienti:
75 g d’acqua
20 g di amido di mais
90 g  di passata di pomodoro giallo
sale fino q.b.
5 g olio evo aromatizzato al basilico (*)

(*) L'olio al basilico lo preparo così: mettere sul fuoco un pentolino con 100 g di olio extravergine e 5 g di foglie di basilico lavate ed ascigate; appena l'olio forma le prime bollicine, spegnere, lasciar raffreddare, filtrare e conservare in una bottiglietta sterile.

Preparazione:
in un pentolino sciogliere l’amido nell’acqua e mettere sul fuoco fino a gelatinizzazione, circa tre minuti. Unire 90 grammi di passata di pomodoro, un pizzico di sale e l'olio al basilico; stendere, far raffreddare e conservare in frigo.

Montaggio:

adagiare alla base del bicchiere un cucchiaio di sugo di pomodoro rosso;
sformare le semisfere di cremoso di mozzarella, accoppiare a formare delle sfere; adagiarne una sul fondo del bicchiere;
con il sac a poche aggiungere la crema di panna e mascarpone;
con un altro sac a poche, aggiungere qualche ciuffetto di crema di pomodoro giallo;
unire le cialdine di craquelin, delle briciole di tarallo mandorle, sugna e pepe, qualche fogliolina di basilico;
appoggiare sul bicchiere una cialda di craquelin, decorare con un ricciolo di crema alla panna e un pomodorino pelato sciroppato, che già ebbi modo di registrare su MySocialRecipe.


Con questa ricetta partecipo a  PomOROsso d’Autore, contest di Scatti Golosi, realizzato in collaborazione con MySocialRecipe e La Fiammante.

 P.S. Con questa ricetta, il Contest l'ho vinto!

Post popolari in questo blog

Zeppole di San Giuseppe al forno

Queste sono le zeppole di San Giuseppe al forno, che si preparano da tradizione napoletana, il 19 di marzo a San Giuseppe, giorno in cui si festeggiano sia i Giuseppe che i papà.



Migliaccio dolce napoletano nelle due versioni

Il migliaccio dolce è una tipica preparazione napoletana del periodo di Carnevale. 
In famiglia se ne facevano due versioni, una "semplice" ed una coi “capellini d'angelo”, una pasta di grano duro tipo spaghetto, ma molto più sottile.



Recentemente il Dr. Giuseppe Viscardi mi ha scritto queste note sulle origini ed il significato del migliaccio, un dolce antichissimo:


il migliaccio dolce viene preparato nell'anno solare, per la prima volta il 17 gennaio (Sant'Antonio Abate), giorno in cui, secondo la tradizione napoletana finisce il tempo di Natale e comincia il Carnevale.  È un dolce carico di significati, apre e chiude una festa invernale per poi lasciar posto ad un altro dolce, la pastiera, fondamentalmente molto simile, ma che però, al posto della semola di grano duro ottenuta dal raccolto dell'anno prima, sostituisce i primi chicchi di grano (probabilmente ancor prima orzo) del nuovo raccolto.  Attraverso questi sapori e queste preparazioni, si riesce a seguir…

Pasta, patate e provola

Questo è un piatto tipico del napoletano, una minestra quotidiana di pasta, con patate e provola; questa versione che ho preparato resta classica, ma un po' più leggera della versione tradizionale, che secondo me, essendo più ricca in grassi, è più adatta ai climi invernali.
Un'ampia discussione sul tema la trovate sul forum Gennarino,  la ricetta  classica, sia sul blog di Antonia Rimmel che su quello di Teresa.

Ingredienti per  2 persone
N. 3 patate medie tagliate a dadini120 g di pasta mista o mezzi canneroni lisci di Gragnano I.G.P.cipolla q.b.un pezzo di gambo di sedano un pezzetto di carota qualche fogliolina di basilico frescon. 2  pomodorini rossi del piennolo  100 g circa di provola tagliata a dadini, tenuta qualche giorno in frigo  una crosta di parmigiano (se disponibile)formaggi grattugiati  stagionati (parmigiano, pecorino, caciocavallo), se piacciono.pepe nero q.b.Procedimento:

in un tegame ho versato un bel fondo d'olio extra vergine d'oliva e messo sia la c…