Passa ai contenuti principali

Rotolo rustico farcito


E’ un rustico morbido che si presta ad essere farcito in modi diversi, secondo i gusti e le stagioni.
L'impasto non prevede l'uso di burro o latte ed è quindi adatto a chi è intollerante al lattosio.
In estate, ad esempio, li preparo con melanzane a funghetto e provola, oppure peperoni o papaccelle con olive nere e capperi, saltate in padella.
Quest in foto, è con friarielli e provola. Prossimamente con friarielli e salciccia, funghi e provola, scarole aglio e olio con olive, capperi, passolini e pinoli.
Gli ingredienti per l'impasto di due rotoli sono:

  • 750 g  farina 00 di media forza
  • 150 g  di water roux: 25g farina + 125 acqua
  • 1 bicchiere olio d’oliva extra vergine (120 g)
  • 250 g acqua ca.
  • 7 g lievito di birra
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo o di zucchero
  • 13 g di sale 
La prima operazione è sciogliere in un po’ d’acqua (presa dal totale), il lievito di birra ed il malto, impastandoli con 50 g di farina (presi dal totale), facendo lievitare per una mezz'ora circa.

Nel frattempo, preparare il water roux, un composto di acqua e farina gelatinizzata, che conferirà sofficità al prodotto finito. Per prepararlo, miscelare 125 grammi di acqua e 25 grammi di farina in un pentolino a freddo, sciogliendo bene per non formare grumi, scaldando poi a fuoco moderato; appena l’amido comincerà a gelatinizzare (70° C), levare dal fuoco, far raffreddare ed usare.

Appena pronti, sia il lievitino che il water roux, passare all'impasto, versando nella ciotola dell'impastatrice, le restanti farina ed acqua,  quindi il water roux, il lievitino ed impastare con la frusta a K o foglia della planetaria; regolarsi per la consistenza dell'impasto rispetto all'acqua, poiché questa viene assorbita in modo diverso dalle farine: in genere quelle di forza ne assorbono di più rispetto a quelle deboli.
Quando l'impasto avrà preso corpo, unire il sale e lavorare ancora, infine, versare a filo l’olio. Far incordare e lasciare lievitare l'impasto coperto, fino al raddoppio (circa 2 -3 ore, dipende dalla temperatura esterna).

A questo punto, dividere l'impasto in due parti; stendere ognuna delicatamente col mattarello a formare un rettangolo, farcire e arrotolare partendo dal lato lungo di ogni rettangolo.

Lasciare lievitare di nuovo, poggiando i rotoli sulle teglie foderate con carta forno, per un’ora circa. Per farli sviluppare in altezza, adagiare i rotoli in stampi rettangolari tipo plum cake.
Prima di infornare, ungere bene la superficie dei rotoli e far cuocere alla temp. di 170° C, fino a che la superficie dei rustici sia dorata. I rotoli rimarranno morbidi per diversi giorni.

Chi non ha molto tempo a disposizione, può provare questa ricetta:


  • 550 g  farina 00 W 330 
  • 200 grammi  di latte o acqua
  • 60 g di olio d’oliva 
  • 7 g  di lievito di birra 
  • 9 g di sale fino
  • 1 pizzico di zucchero (o malto)


Commenti

  1. Maria, grazie, è stato apprezzato tantissimo! :D
    Cat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, penso tu sia una delle prime a provare una mia ricetta!

      Elimina
  2. maria, lo trovo bellissimo!
    inoltre, contrariamente alle ricette di questo tipo, c'è pochissimo zucchero, quindi fattibile anche per chi non deve usarlo :)
    non ho mai provato una ricetta con il water roux, credo che comincerò da questa!!!
    grazie!
    elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi anche ometterlo del tutto lo zucchero.
      Grazie Elena

      Elimina
  3. Mi attira molto...quando mi alzo dal divano vado in cucina a iniziare l'impasto. Grazie Maria !

    RispondiElimina
  4. Salve, volevo chiederle se poi li faceva cuocere negli stampi da plumcake o li ribaltava sulla teglia

    RispondiElimina
  5. Ho letto vene? 120 g di olio?? Mi sembra un po' tanto

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pasta, patate e provola

E' un piatto tipico del napoletano, un primo piatto di pasta, una minestra quotidiana con patate e provola. La versione che ho preparato resta classica, ma è un po' più leggera della versione tradizionale che secondo me, essendo più ricca in grassi, è più adatta ai climi invernali.
Un'ampia discussione sul tema la trovate sul forum Gennarino, mentrela ricetta  classica, sia sul blog di Antonia Rimmel che su quello di Teresa.

Ingredienti per  2 persone
N. 3 patate medie tagliate a dadini120 g di pasta mista o mezzi canneroni lisci di Gragnano I.G.P.cipolla q.b.un pezzo di gambo di sedano un pezzetto di carota qualche fogliolina di basilico frescon. 2  pomodorini rossi del piennolo  100 g circa di provola tagliata a dadini, tenuta qualche giorno in frigo  una crosta di parmigiano (se disponibile)formaggi grattugiati  stagionati (parmigiano, pecorino, caciocavallo), se piacciono.pepe nero q.b.Procedimento:

in un tegame ho versato un bel fondo d'olio extra vergine d'oliva …

Zeppole di San Giuseppe al forno

Queste sono le zeppole di San Giuseppe al forno, che si preparano da tradizione napoletana, il 19 di marzo a San Giuseppe, giorno in cui si festeggiano sia i Giuseppe che i papà.

Zeppole di San Giuseppe al forno:

Per la pasta bignè:

½ litro d’acqua½ cucchiaino di sale2 cucchiaini di zucchero180 grammi di burro 300 grammi di farina 00 (non debole)7-8 uova grandi Procedimento:
1)mettere al fuoco un recipiente con l’acqua, il burro a pezzetti, lo zucchero, il sale e portare al bollore; 2)quando il liquido bolle, gettare d’un colpo la farina e cominciare subito a mescolare con una spatola di legno, rimestando energicamente fino a che la farina sia ben incorporata; 3)fare asciugare velocemente l’impasto (panade) a fuoco basso fino a sentire degli sfrigolii e ricavarne una palla; 4)togliere dal fuoco, lasciare intiepidire ed aggiungere le uova, due alla volta, fino a completo assorbimento. Si posso far incorporare le uova all'impasto, con la frusta a foglia nella plan…

La pastiera napoletana

Pastiera di grano per la Pasqua, ricetta napoletana, di famiglia.

Per il guscio di pasta frolla: 500 g di farina 00200 g di burro2 uova intere1 tuorlo 200 g di zuccheroun pizzico di salebuccia di limone grattugiata Preparare la pasta frolla come d'abitudine, lavorandola pochissimo e facendola riposare in frigo, ben sigillata, almeno un'ora.
Per il ripieno:

innanzitutto cuocere il grano* 300 g di grano cotto* 250 g di latte 35 g di burro1 cucchiaio di zuccheroun pizzico di salebuccia di limone bio (solo la parte gialla) (*) durante il periodo pasquale, a Napoli è ancora possibile trovare il grano sfuso per preparare la pastiera; se non si dovesse riuscire a reperire, non sarà la stessa cosa, ma si userà il grano precotto, un buon compromesso.
Dunque, cuocere il grano dopo averlo sciacquato, nel latte, con tutti gli altri ingredienti, su fiamma bassa, fino a ricavarne una crema densa, mescolando spesso il composto in cottura.
Nel caso si stesse usando il grano in barattolo, sarà ne…