Calamarata con baccalà e pomodorini del piennolo



E' una ricetta dello chef Vincenzo Nocerino di Somma Vesuviana (Na), paese nel quale si può comperare dell'ottimo baccalà, preparato molti modi. L'ho presa da qui .
Con la pasta Mangiare Matera, il formato "Calamarata" ho fatto il paio e questa è la ricetta:

Ingredienti per due persone:

-          120 g di pasta tipo Calamarata 
-          300 g di baccalà ammollato
-          una ventina di pomodorini del piennolo
-          mezza cipollina novella
-          uno spicchio d’aglio
-          una decina di olive nere di Gaeta
-          capperi di Pantelleria sotto sale
-          un pizzico d’origano
-          un peperoncino
-          un goccio di colatura d’alici di Cetara
-          olio extra vergine d’oliva
-          un goccio di vino bianco secco (Greco di Tufo cantine San Paolo)

Procedimento:


spellare il baccalà, sfilarne le spine e tagliarlo a pezzetti. In un ampio tegame, mettere un fondo d’olio evo, la cipollina a rotelline e lo spicchio d’aglio, far stufare a fuoco dolce, dopodiché aggiungere i pomodorini tagliati a metà; appena i pomodorini appassiscono, aggiungere i pezzettini di baccalà, le olive nere snocciolate ed i capperi dissalati. Sfumare con un goccio di Greco di Tufo, aggiungere un pizzico di origano. Assaggiare prima di aggiungere il sale, poiché potrebbe non essere necessario.  
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente, tenendone da parte un po’ e terminarne la cottura nel tegame con il sugo. Aggiungere, infine, un po’ di peperoncino ed un goccio di colatura d’alici, a fiamma spenta,

Commenti

  1. Ciao!!
    ho scoperto il tuo blog grazie all'AIFB di cui sono anche socia,e ti seguo da stasera con vero piacere!!!!
    questo piatto e'una meraviglia!!
    Mirtilla
    www.angolocottura.com

    RispondiElimina
  2. L'ho fatto davvero! Senza colatura (non l'avevo e non sapevo dove trovarla) e con i pelati al posto dei pomodorini del piennolo, ma mi sono arricreata :)

    RispondiElimina

Posta un commento